Concorsi Poste Italiane: 8000 nuovi posti di lavoro

concorsi poste italiane 2016Dopo tanti anni sono ancora tra i più ricercati: i concorsi Poste Italiane. Non si tratta più di veri concorsi ma di selezioni che vengono gestite come avviene per le più importanti aziende del mondo. I posti di lavoro disponibili per i prossimi anni sono 8000 e riguarderanno diverse figure professionali: postini-portalettere, addetti allo smistamento, addetti al front-end, figure commerciali.

REQUISITI RICHIESTI

In diversi casi è richiesta la laurea in ambito tecnico-economico: Economia, Ingegneria Gestionale e così via. Per i postini e addetti allo smistamento è richiesto il diploma di scuola media superiore conseguito con il voto minino di 70/100. Altri requisiti:

– essere idonei al lavoro da svolgere;

– per i postini: essere in grado di guidare il motomezzo aziendale.

MAGGIORI INFORMAZIONI

Per maggiori informazioni sulle nuove assunzioni Poste Italiane è possibile visitare il sito web ufficiale dell’azienda nella sezione “posizioni aperte”:

https://erecruiting.poste.it/new.php

49 pensieri su “Concorsi Poste Italiane: 8000 nuovi posti di lavoro”

  1. Salve Sono Elvira, ho 19 anni mi sono diplomata presso il liceo Magistrale Emilio Ainis con più di 70 ! Posseggo la patente B ed ho delle conoscenze di base. Saluti

  2. SONO UN EX DIPENDENTE DELLE POSTE,HO LAVORATO PER L’AMM.NE PER DIECI ANNI COME PORTALETTERE NEL COMUNE DI ORBETELLO.SONO DISOCCUPATO DA TRE ANNI,VORREI SAPERE SE HO ANCORA LA POSSIBILITA’ DI POTER LAVORARE COME POSTINO.GRAZIE.

  3. Buongiorno, ho cercato di documentarmi sull’esame medico per quanto riguarda gli esami del sangue per i candidati allo smistamento, ma ho trovato solo confusione tra chi diceva che vengono effettuati e chi diceva di no. Avete informazioni più precise? Grazie

  4. vorrei sapere come are per farmi assumere sono diplomato con patente ,buona conoscenza di lingua inglese qualsiasi sede.
    Grazie attendo risposta

  5. Se donaste lavoro a coloro che hanno studiato e studiano ancora, e non a chi è raccomandato, credo che il mondo del lavoro andrebbe avanti in modo migliore.

  6. salve sono diplomata voto 70/100 ho 22 anni ho esperienze di lavoro e sono interessata a partecipare al bando concorso poste italiane. Come dovrei fare? Grazie.

    1. SPETT POSTE ITALIANE,
      DESIDERO SOTTOPORRE ALLA VS. CORTESE ATTENZIONE IL MIO DESIDERIO DI FAR PARTE DELLA VOSTRA GRANDE FAMIGLIA, DI AVERE L’OPPORTUNITA’ DI METTERE A FRUTTO LE MIE CONOSCENZE SCOLASTICHE E QUANTO DI MEGLIO HO SAPUTO ESPRIMERE SINO AD ORA NELL’AMBITO DELLE MIE ATTIVITA’ LAVORATIVE, SEMPRE IMPRONTATE ALLA SERIETA’ , LEALTA’ A SENSO DEL DOVERE.
      SONO DISPONIBILE DA SUBITO ED ALLA MOBILITA’ TERRITORIALE.
      RESTO IN ATTESA DI UN VOSTRO CORTESE RISCONTRO E CON L’OCCASIONE PORGO CORDIALI SALUTI.
      ARSENI MARIANA

    2. Salve spero che prendiate in considerazione il mio scritto sono un ex portalettere ad oggi occupato ma con voglia di lavorare per voi spendo poche parole per darvi delucitazioni maggiori a voci. Nel sperare in un vostro contatto lascio il mio num.cell. 3208347519. Grazie

  7. Ciao a tutti,
    ho bisogno di sapere un cosa: ho prestato lavoro per poste italiane come portalettere nel 2014; il mio contratto durava 2 mesi ed è stato effettuato “ai sensi dell’art. 1, co. 1 bis del D. lgs. n.368/2001, come novellato dalla L. 28 giugno 2012 n. 92”.
    Ecco vorrei sapere se avrò mai la possibilità di essere ricontattata dall’azienda o sono una di quelli che non ha più speranza.
    Grazie.

  8. Salve,
    sono Barbara, ho 34 anni, diplomata come ragioniera e perito commerciale con votazione 80/100,
    sono disposta a spostarmi in tutta italia pur di lavorare. Offro disponibilità immediata sia per coprire la manzione di smistamento sia come portalettere

  9. Ma è vera l’assunzione di 1800 postini.
    Perchè ho già dato l’adesione ma non ho ricevuto nulla.
    E’ una bufala, con questi tempi precari, tutto nè approfittano.

  10. trovo molto stupido il requisito del voto di 70/100 al diploma… vi ricordo che in italia ci sono scuole dove il diploma si “compra” ottenendo un voto superiore ai 70, e quelli che ci vanno le scuole pubbliche non le avrebbero probabilmemte terminate…. quindi ditemi il senso… io non posso partecipare e loro si… bella roba

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *